Servizi minimi, trattative rimandate a settembre

La discussione ripartirà da un nuovo testo che sarà elaborato dalla Commissione di garanzia

giovedì 23 luglio 2020
Le trattative per la stipula del nuovo accordo sui servizi minimi da garantire in caso di sciopero slitta a settembre. Lo ha fatto sapere il presidente dell´Aran, Antonio Naddeo, nel coso di una riunione in videoconferenza che si è tenuta oggi tra i rappresentanti dell´Aran e delle Organizzazioni sindacali.

Il rinvio era stato chiesto da tutti i sindacati presenti al tavolo per consentire lo svolgimento delle trattative in tempi distesi. La discussione ripartirà da un nuovo testo che sarà elaborato dalla Commissione di garanzia entro la metà di settembre.

Nel corso della riunione abbiamo ribadito la nostra netta contrarietà alla proposta avanzata dalla Commissione di includere i docenti nel contingente tenuto ad assicurare i servizi minimi in caso di sciopero. Riteniamo che si tratti di una forte compressione del diritto di sciopero, peraltro illegittima, perché si traduce in un vero e proprio demansionamento: i docenti vengono assunti per insegnare e non per provvedere alla mera vigilanza sugli alunni.

L´Aran si è impegnata a fornire alle Organizzazioni sindacali la nuova bozza di accordo in tempo utile per il riavvio delle trattative.

Sorgente: Servizi minimi, trattative rimandate a settembre

Related Posts

FMOF, la FGU-Gilda non firma il contratto
Protocollo sicurezza, Gilda non firma: troppi impegni e pochi fatti
FGU-Gilda sospende le relazioni sindacali con il ministero
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: