L’organizzazione delle attività didattiche dal 26 aprile alla fine dell’anno scolastico

Le disposizioni relative alla scuola contenute nel decreto “Riaperture” approvato dal Consiglio dei Ministri il 21 aprile

giovedì 22 aprile 2021
Dal 26 aprile e fino alla conclusione dell’anno scolastico 2020-2021, è assicurato in presenza sull’intero territorio nazionale lo svolgimento dei servizi educativi per l’infanzia, della scuola dell’infanzia, della scuola primaria, della scuola secondaria di primo grado, e, per almeno il 50 per cento degli studenti, della scuola secondaria di secondo grado.

Nella zona rossa, l’attività didattica in presenza è garantita fino a un massimo del 75 per cento degli studenti ed è sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Nelle zone gialla e arancione, l’attività in presenza è garantita ad almeno il 70 per cento degli studenti, fino al 100 per cento.

(fonte: Palazzo Chigi)

In allegato le slide riassuntive del decreto legge realizzate da Palazzo Chigi

Allegati

Sorgente: L’organizzazione delle attività didattiche dal 26 aprile alla fine dell’anno scolastico

Related Posts

Tempo delle chiacchiere finito, a settembre si parte con la mobilitazione
Classi pollaio, da ministero cortina fumogena
E’ arrivata l’AGENDA DELL’INSEGNANTE 2021/2022
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: